Home / Eyes On / Eyes On Warsaw

Nel 2018 abbiamo dedicato un focus del festival Graphic Days® alla città di Varsavia, in Polonia.

Eyes On Warsaw

11-14 ottobre 2018

Eyes On

All’interno del festival Graphic Days® ogni anno dal 2017 ospitiamo un Paese per raccontare la sua storia e i suoi valori attraverso opere di grafica dedicate alla vita quotidiana, alle tradizioni e alla cultura delle persone.

La seconda edizione di Eyes On è stata dedicata alla Polonia e alla città di Varsavia in particolare, dove negli ultimi 20 anni si è formata una nuova generazione di designer in grado di far nascere una nuova concezione della grafica, riflettendo sul proprio ruolo nella società. Nonostante un difficile passato di battaglie politico-sociali l’abbia segnata profondamente, la Polonia è ripartita anche grazie a giovani designer, grafici e artisti schierati in prima linea e poster, font, zine, loghi e libri sono diventati il simbolo della battaglia di un Paese in movimento verso la ricostruzione di una identità. 

La mostra Wars/zawa presenta i contrasti e le sfaccettature di una città distrutta dalle guerre e ricostruita. Varsavia abbandona così il passato e si lancia verso un futuro sempre più legato alla creatività, inserendosi nel panorama internazionale grazie soprattutto al visual design.

Eyes on Warsaw è stato realizzato in collaborazione con Ministry of Culture and National Heritage of the Republic of Poland, Polish Graphic Design Week e Consolato Generale della Repubblica di Polonia in Milano. 

https://www.graphicdays.it/2018/index.html@p=1326.html

Negli ultimi 20 anni si è formata una nuova generazione di designer in Polonia in grado di far nascere una nuova concezione della grafica, riflettendo sul proprio ruolo nella società. Poster, font, zine, loghi e libri sono diventati il simbolo della battaglia di un Paese in movimento verso la ricostruzione di una identità. 

Abbiamo ospitato Edgar Bak, uno dei primi designer polacchi ad essere inserito su Trend List, Filip Zagórski, fondatore dello studio Type2, Michał Jarociński, fondatore di Dada Studio, e Rene Wawrzkiewicz, fondatore della piattaforma Design Critique.