fbpx

Marco Crivellaro

ET ET

Il tema principale del progetto è la creazione di un mezzo digitale e di un nuovo metodo per lo studio di materiale d’archivio, in cui l’analisi grafica e l’analisi storica risultino paritetiche, poiché la natura di tale materiale è doppia: visiva ed archivistica. Si vuole dimostrare come l’analisi grafica sia fondamentale per quella storica e viceversa. Per studiare al meglio un esemplare visivo, lo si deve considerare anche come oggetto archivistico calato all’interno del proprio contesto storico di appartenenza. Grazie all’aggiunta delle potenzialità computazionali e delle norme catalografiche REICAT e ISBN viene conferita maggiore validità scientifica allo studio umanistico, in linea coi principi di interdisciplinarietà delle Digital Humanities. Il sistema è testato sul manifesto tipografico fieristico e commerciale a Rovigo dal 1818 al 1930. Tale materiale è conservato presso l’Accademia dei Concordi e l’Archivio di Stato di Rovigo. Sono stati consultati anche antiquari e privati.

L’oggetto della ricerca è contestualizzato e visto come oggetto d’analisi e come insieme di dati statistici per lo studio e la comprensione del fenomeno storico-visivo analizzato. Gli esemplari storico-grafici, che in questo progetto sono stati studiati in relazione tra loro, non sono stati revisionati graficamente in chiave moderna. È stato creato, però, lo strumento per ottenerne una più completa comprensione storico-grafica. Tramite questa è possibile effettuare una riappropriazione e ricontestualizzazione dei singoli elementi grafici che possa essere la più solida possibile. Al fine di strutturare un’analisi efficace, ogni manifesto è stato visto come un insieme di caratteristiche che lo descrivono, le tag. La rete di relazioni che si crea tra le tag dei vari esemplari è definita sistema di “taggatura” ed è alla base del mezzo di analisi realizzato (documentistorici.it). Grazie a questo si possono trarre conclusioni istantanee, già calcolate, anche senza per forza guardare ogni volta gli esemplari.