fbpx
Singolare Plurale

About

Graphic Days® presenta Eyes On the Netherlands e porta a Torino il meglio del visual design dei Paesi Bassi.

 

14-30 maggio, Toolbox Coworking
Dal 14 al 30 Maggio Graphic Days® inaugura un evento in collaborazione con Graphic Matters e l’Ambasciata ed il Consolato del Regno dei Paesi Bassi in Italia per portare a Torino le eccellenze del visual design olandese.

Da quasi 6 anni, Torino è diventata la capitale italiana della grafica grazie a Graphic Days®, il progetto promosso da Print Club Torino che valorizza l’aspetto dinamico del visual design attraverso appuntamenti, call aperte e un festival internazionale che ogni anno si tiene nei mesi di settembre ed ottobre a Toolbox Coworking. 

Quest’anno, Graphic Days® anticipa il consueto appuntamento autunnale con un programma di due settimane che, a partire dal 14 maggio, ospita un vasto percorso espositivo, una serie di workshop ed un calendario di eventi e approfondimenti digitali dedicati alla comunicazione visiva dei Paesi Bassi e alle contaminazioni tra gli stili e le influenze dei Paesi europei nel settore della grafica. 

 

ORARI

Inaugurazione: Venerdì 14 maggio 2021, 18.00 – 21.00

Giovedì e Venerdì, 15.00 – 19.00 

Sabato, 11.00 – 20.00

Domenica, 11.00 – 19.00

 

 

14-30 maggio, Toolbox Coworking

La collaborazione con con Graphic Matters, festival di Breda e l’Ambasciata ed il Consolato Generale del Regno dei Paesi Bassi in Italia dà origine ad un vasto percorso espositivo all’interno di Toolbox Coworking, già sede del festival Graphic Days®, in cui viene esposto per la prima volta il progetto Palace of Typographic Masonry. Il Palazzo della Massoneria Tipografica è un museo immaginario dedicato alla ricchezza e alla diversità della comunicazione visiva, che nasce da un’idea del graphic designer olandese Richard Niessen, presente all’evento. Questo luogo utopico riunisce gli esperimenti di progettazione grafica di Niessen e la sua ricerca volta a creare una storia culturale interdisciplinare e una nuova teoria della tipografia. 

Negli ultimi 5 anni, il progetto ha collezionato più di 750 opere di visual design create principalmente da artisti olandesi, ma che sono state suddivise in schede tematiche. Il percorso offre ai visitatori un tour attraverso 195 frammenti espositivi organizzati come una progressione attraverso nove fasi: i dipartimenti di Segno, Simbolo, Ornamento, Costruzione, Gioco, Poetica, Dialogo, Artigianato, e Ordine. 26 scrigni pop-up mettono in luce tutti gli aspetti della progettazione grafica: dalla ricchezza dei sistemi di scrittura ai modi di costruire le narrazioni, dall’aspetto giocoso e seduttivo volto a coinvolgere lo spettatore nelle infinite possibilità dei sistemi che regolano l’estetica formale.

Oltre al progetto curato da Richard Niessen in collaborazione con Dennis Elbers di Graphic Matters, gli organizzatori di Graphic Days® presentano alcuni percorsi espositivi indoor e outdoor che raccolgono una selezione di lavori di artisti e professionisti dei Paesi Bassi appartenenti al network del progetto, fra cui spiccano i nomi di Studio Dumbar, Trapped in Suburbia, High on Type, Studio Thonik e Daan Rietbergen.

 

Eyes On the Netherlands offre al pubblico la possibilità di partecipare ad un programma di eventi online con il contributo degli ospiti internazionali coinvolti nelle attività presentate. Segui le dirette streaming ed i contenuti speciali sul profilo Facebook e sul Canale YouTube di Graphic Days®!

Graphic Days® è il progetto dedicato al visual design italiano e internazionale che, a partire dalle grandi icone della storia fino ad arrivare ai professionisti contemporanei provenienti dalle realtà più innovative, racconta la comunicazione visiva a 360 gradi e le sue contaminazioni. Ogni anno, Graphic Days® coinvolge gli artisti, i professionisti e gli studi più rilevanti del panorama internazionale in un festival diffuso
L’obiettivo del progetto è da sempre quello di sostenere il valore culturale della comunicazione visiva, fornire nuovi stimoli progettuali ed espressivi, contribuire allo scambio e al confronto critico attraverso il coinvolgimento diretto dei visitatori e quest’anno prevede una proposta di contenuti, dai dibattiti alle mostre e alle installazioni.
Il progetto Graphic Days® collabora – fin dalla prima edizione (2016) – con una rete di attori internazionali e locali, con cui, attraverso uno scambio periodico, svolge il ruolo di osservatorio sul visual design, indagando le possibili forme di sviluppo e di applicazione di questo settore in relazione ai temi dell’agenda setting globale. Da sempre, infatti, coniuga ricerca e metodo con l’impegno sociale ed il rispetto del “sistema ambiente”. Al centro dell’indagine spesso vi è l’interconnessione tra i sistemi e le implicazioni che ne derivano, rispetto alle quali il graphic designer assume un ruolo di responsabilità e divulgazione.
Tra le tematiche proposte dal progetto ricorrono di frequente simbolismi e tradizioni con una forte connotazione locale che s’intersecano con l’universalità della grafica: scie opposte che dialogano all’interno di un universo di senso che mette in relazione forma e contenuto, significato e significante, cultura e natura. Allo stesso tempo nuovi strumenti possono procedere in sinergia con le tecniche della tradizione, fornendo nuovi stimoli e spunti creativi.
Il principale promotore di Graphic Days® è Print Club Torino, centro culturale dinamico e multiprogetto che unisce social innovation design e cultura visiva attraverso corsi, attività, eventi, collaborazioni ed esperienze immersive che ruotano intorno ai temi dell’inclusione sociale e dell’accessibilità.

Un progetto di

Print Club Torino

L’associazione Print Club Torino è il catalizzatore di una una comunità creativa in movimento che promuove la sperimentazione e la condivisione di idee, tecniche e progettualità grazie al connubio tra comunicazione visiva e innovazione sociale.
Anche grazie al coinvolgimento degli enti istituzionali di riferimento, l’ente rappresenta, infatti, un’agenzia informale che opera nell’ambito della progettazione sostenibile: molte delle sue attività riguardano azioni di co-progettazione sul territorio, come laboratori permanenti di ricerca e sperimentazione in collaborazione con le realtà museali locali, e progetti di cultura e innovazione civica con le scuole e le istituzioni. Dall’urbanismo tattico all’attivazione della cittadinanza, l’intervento sul territorio è una delle caratteristiche fondanti dell’organizzazione, che ne definisce l’identità e la linea di sviluppo strategico.

PLUG

Plug è un’associazione culturale non-profit partecipativa che si occupa di comunicazione sociale e progettazione sostenibile. Composta da profili professionali che spaziano dalla progettazione alla comunicazione visiva, fin dalla sua nascita porta avanti progetti culturali nell’ambito educativo, sociale, ambientale ed artistico con l’obiettivo di generare un impatto positivo sul territorio grazie ad un network consolidato di realtà. Da sempre attiva sul fronte della comunicazione sociale, ha come principale obiettivo quello di creare dibattito, proporre idee e influenzare lo stile di vita delle persone, aumentando la consapevolezza relativa alla sostenibilità sociale e ambientale.

QUATTROLINEE

Fondata a Torino nel 2012, Quattrolinee è una brand agency che unisce strategia, design e tecnologia per creare azioni di comunicazione innovative. L’agenzia si occupa di comunicazione strategica, sviluppo tecnologico e di architettura degli spazi retail ed exhibition. Il team ad oggi è composto da molteplici profili professionali con background eterogenei con l’obiettivo comune di realizzare progetti e strategie originali con una qualità visiva di alto livello.